Chi siamo

La figura del Buddha è un simbolo che richiama l’attenzione ai temi della meditazione. Il suo insegnamento è la base speculativa del nostro orientamento.

buddha - budda

Meditare.it

Questo è un sito senza fini di lucro ed è ospitato da Aruba.it

I nostri interessi sono esclusivamente di carattere culturale. Non prevediamo incontri o altro, tuttavia per essere informati di qualunque aggiornamento o modifica è utile iscriversi alla newsletter (vedi in alto a sinistra per ricevere altresì via e-mail le notifiche di nuovi post).

La fruizione del sito è gratuita – vedi in proposito le note di copyright – l’aggiornamento occasionale. Al momento non rappresentiamo nessuna associazione. Non vendiamo nulla. Saltuariamente recensiamo dei libri, ma solo perché ne abbiamo ricevuto il permesso. Riteniamo utile lo studio di qualsiasi tradizione spirituale.

Per qualunque altro tipo di ragguagli scrivi alla redazione.

 

La gif del Buddha

Buddha non è un nome personale, ma un titolo. E’ sinonimo di risveglio, illuminazione. Ciascuno di noi è già, nella propria più intima interiorità, un Buddha. L’esercizio della meditazione sollecita quel Buddha, mestamente dormiente e tristemente dimentico di sé, a divenire consapevole delle proprie radici esistenziali.

La gif del Buddha sul menu del sito è un semplice segno di rispetto e riconoscimento, non un simbolo rappresentativo, bensì un richiamo implicito al fatto che ciascuno di noi possiede già, interiormente, la capacità di migliorare se stesso in concordia e armonia, senza sopraffazioni, secondo un puro spirito di compassione, reciprocità e tolleranza. In che modo? Divenendo consapevoli delle proprie radici esistenziali. Con quali metodi? Ciascuno è libero di scegliere come meglio crede: una preghiera, un esercizio di meditazione, una passeggiata quieta e riflessiva. Oppure astenendosi dalle predette azioni finalizzate ad uno scopo che sarebbe, in effetti, sempre piuttosto relativo e preferire la comprensione, l’accettazione della vita, qui e ora, così com’è, senza rimaneggiamenti, manipolazioni, suggestioni stravaganti e irrazionali.

Quel Buddha rappresenta la compassione, la saggezza, l’amore universale. Il fatto che una gif del Buddha sia collocata sul menu è solo una questione grafica. Il “nostro” Buddha rappresenta, soprattutto, una qualità delle dimensione interiore.

La meditazione può anche avvalersi temporaneamente di metafore, rappresentazioni simboliche, immagini. Ma essa rimane comunque la via maestra per superare qualunque identificazione settaria. Semmai, un suo possibile scopo è ottenere chiarezza. Ciò non toglie che – specie in determinati momenti della propria vita – un’immagine di riferimento ideale interiore potrebbe benissimo dimostrarsi utile.

 

Il simbolo

Il nostro simbolo preferito è il fior di loto. In sanscrito padma, rappresenta la natura di Buddha. Mentre in Oriente ha sempre espresso perfezione e purezza, nell’antica Grecia era metafora di bellezza ed eloquenza. Il loto simboleggia la mente risvegliata, cioè libera dalla confusione.

lotus - loto

Il suo stelo, che rappresenta la pratica, si erge dalla melma di stagni e laghi, da cui nasce incontaminato, e trasmuta, alla luce della sola consapevolezza, l’energia delle passioni umane, dovute all’identificazione con il fango dell’ignoranza, nella chiara e luminosa vitalità della conoscenza. Il loto è associato alla saggezza e rappresenta la vera essenza del nostro essere. Il numero dei suoi petali è sempre regolare, da 8 a 12 e tutti uguali tra loro. La loro simmetria richiama l’armonia del cosmo. Il loto a otto petali è l’equivalente della ruota del Dharma che ha otto raggi.

 

Avvertenze

Ora farò una precisazione doverosa che, all’occorrenza, rivolgo a tutti i visitatori che desiderano interagire con il sito. Prego chiunque riscontri eventuali inesattezze, imprecisioni, concetti offensivi o denigratori, di evidenziarlo senza meno. Il nostro apporto culturale totalmente gratuito non è finalizzato specificatamente verso nessuna religione in particolare. Ma proprio per questo potrebbe risultare, talvolta, nostro malgrado, relativamente opinabile. D’altra parte uno dei motivi per cui questo web, cioè meditare.it, si è sviluppato gradualmente con pochissimi sforzi, è dovuto all’aiuto culturale, ai suggerimenti, alle osservazioni ed ai specifici riscontri dei visitatori, di cui abbiamo sempre tenuto in gran conto sensibilità intellettuale, formativa ed opinioni.

 

Disclaimer

Meditare.it non si assume alcuna responsabilità per l’uso di marchi e slogan usati dagli inserzionisti e per eventuali errate indicazioni.
Precisa inoltre che il materiale informativo pubblicato su questo sito è suscettibile a variazioni.
Siete quindi invitati a chiedere conferma alle strutture interessate.

Meditare.it non è responsabile per danni causati dall’utilizzo dei dati in esso contenuti.
Meditare.it non è responsabile del contenuto dei siti ad esso collegati.

Meditare.it non è un periodico. Qualunque testo vi appaia non ha alcun tipo di cadenza predeterminata ne predeterminabile.
Non è una testata giornalistica, non esiste editore.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: