Meditazione nel Web » Logo Buddha » Ritorna alla Home di Meditare.it

Meditazione nel Web » Immagini per la meditazione (la foto, red cherry blossom on grey stripes, è © fotolia.com)

Fate click sulla foto in alto per iscrivervi alla newsletter del sito.

Meditazione nel Web » Immagini per la meditazione (leaf pattern)

§

In queste pagine

Adagi, motti di spirito, frasi celebri, affermazioni da non perdere, aforismi pratici, vantaggiosi, utili per riflettere, valutare, ponderare e meditare; un occasione per meditare in silenzio, sulle immagini come sugli aforismi; spunti per meditare; brevi appunti sulla via della meditazione; citazioni, pillole di fiducia, massime illuminanti, parabole di saggezza, i segreti del pensiero positivo ... Notizie, opinioni, curiosità e tendenze dal mondo della spiritualità ...

§

Sugli aforismi

La parola "Aforisma" deriva dal latino aphorismus, che è il greco aphorismós (definizione), derivato di aphorízein (determinare), composto di horizein. Della stessa radice la voce orizzonte. Breve espressione in prosa che compendia in un'affermazione sintetica il risultato di un'antica saggezza, un concetto filosofico, una riflessione morale, un insegnamento o norma di vita. La prima raccolta di aforismi è quella attribuita a Ippocrate (460 a.C ca - 380 a.C ca), antico medico greco considerato il fondatore della medicina, che utilizzava la forma aforistica per le diagnosi mediche dei suoi pazienti. Partendo dalla Grecia classica si può ricordare Teonide, oppure l’Anonimo dei “Detti Aurei”, o ancora i commediografi Epicarpo e Menandro; tra i latini, Terenzio e Marziale e poi i mimografi, i  dictacatonis e molti altri autori antichi.

§

I poteri si ottengono con la nascita, con le droghe, con l'abilità della parola, per mortificazione o per concentrazione. Essi sono le insidie più tentatrici e più pericolose per colui che ha intrapreso una pratica spirituale. Questi poteri sono otto: quello di riassorbirsi in un atomo; di essere leggero come il cotone; di recarsi ovunque, anche sulla luna; di realizzare tutti i propri desideri; di riempire lo spazio; di creare; di comandare; di sopprimere il desiderio ... (Swami Vivekananda, 1863-1902).

§

Vago e nebuloso è l'inizio di ogni cosa, ma non la sua fine ... (Kahlil Gibran, 1883- 1931).

§

Nella meditazione la prima cosa di cui ci rendiamo conto è che non serve cercare; infatti ciò che si cerca è predeterminato da ciò che si desidera; se siete infelici, soli, disperati, cercherete la speranza, la compagnia, qualcosa che vi sostenga, e la troverete inevitabilmente ... (J. Krishnamurti, 1895-1986).

§

... non hai bisogno di essere un santo per risvegliarti; il risveglio può arrivarti da qualsiasi angolo, da qualsiasi dimensione della vita. Osho (1931-1990).

§

Nel 1951 un discepolo chiese a Paramahansa Yogananda: "Signore, quando non potremo più vedervi, ci sarete vicino come ora? ". Il Maestro sorrise amorevolmente e rispose: "A chi mi penserà vicino, io sarò vicino".

§

"L'amore può nascere solo quando la mente non è presente". "Tu sei il mondo! … Ciascuno cambi se stesso per cambiare il mondo". (Jiddu Krishnamurti)

§

Aforismi Zen

Che cos'è la vera meditazione? Riassumere tutto - tossire, deglutire, agitare le braccia, muoversi, star fermi, parlare, agire, male e bene, prosperità e onta, guadagno e perdita, giusto e sbagliato - in un solo koan.(Hakuin)

§

Quando lo spirito non dimora su nulla, il vero spirito appare. (Ignoto)

§

Tenete le mani aperte, tutta la sabbia del deserto passerà nelle vostre mani. Chiudete le mani, non otterrete che qualche granello di sabbia. (Dogen)

§

La vita è un gioco, la cui prima regola è far finta che non lo sia. (Alan Watts)

§

Prima del risveglio tagliavo legna e portavo acqua; dopo il risveglio tagliavo legna e portavo acqua. (Proverbio Zen)

§

Se hai ragione non hai bisogno di gridare.
(Proverbio zen)

§

Se siamo felici, se siamo in pace, possiamo sbocciare come un fiore; e la nostra famiglia, tutta la società, trarranno beneficio dalla nostra pace.
(Thich Nhat Hanh)

§

Cerca la verità nella meditazione e non nei libri ammuffiti. Per cercare la luna guarda il cielo, e non nello stagno.
(Proverbio persiano)
 

Meditazione nel web » Aforismi per meditare

Sia questa pagina che le seguenti – vedi il menu contestuale a destra – consistono in alcune brevi, ma significative, raccolte di aforismi, massime, proverbi, frasi celebri e affermazioni. I temi dominanti sono spiritualità, yoga, meditazione ...

Una sola raccomandazione: se la vostra interpretazione di qualcuno degli aforismi qui presenti non dovesse essere immediata rilassatevi pure. L'esame minuzioso di uno specifico aforisma è pressoché inutile. Con il tempo, ne siamo certi, tutto vi sarà più chiaro.
 

Aforismi Sufi

Vi proponiamo alcune massime, del XII secolo circa, che "Abdulhalik" lasciò in un resoconto sulle tecniche spirituali sufiche, ovvero la "Essenza dell' insegnamento dei maestri":

Sii presente a ogni respiro. Non fare che la tua attenzione vaghi per la durata di un solo respiro. Ricordati di te stesso sempre e in ogni situazione.

***

Abbi il tuo scopo davanti a te a ogni passo che fai. Tu desideri la libertà e non devi dimenticarlo mai.

***

Il tuo viaggio è diretto verso la tua terra natia. Ricordati che stai viaggiando dal mondo delle apparenze verso il Mondo della Realtà.

***

Solitudine nella folla. In tutta la tua attività diretta all' esterno, resta internamente libero. Impara a non identificare te stesso con una cosa qualunque.

***

Ricordati del tuo Amico, cioè Dio. Fa che la preghiera (zikr) della tua lingua sia la preghiera del tuo cuore (q'alb).

***

Torna a Dio. Non avere altra mira se non di raggiungere la Realtà.

***

Lotta con tutti i pensieri estranei. Tieni la tua mente su ciò che stai facendo, sia esternamente che internamente.

***

Renditi continuamente conto della qualità della Presenza divina. Abituati a riconoscere la Presenza di Dio nel tuo cuore.

Aforismi Yoga

Cercate di realizzare la forza che è in voi, cercate di farla uscire; in tal modo vedrete che tutto ciò che fate non viene da voi ma da quella verità che sta dentro voi ... perchè non siete voi, ma qualcosa all'interno di voi.

Sri Aurobindo (1872-1950), nel 1907/8

***

Colui che pratica solo la devozione è come un cieco che non sa dove andare e nel suo entusiasmo vaga in ogni direzione. Colui che pratica solo la filosofia, d'altro canto, è come un paralitico che, sebbene possa vedere la meta lontana, poiché la sua comprensione rimane solo teorica, non riesce ad avvicinarsi di un solo passo. Comunque, se l'amore e l'energia del devoto si combinano con la saggezza e la discriminazione del filosofo, si può star certi che una tal persona arriverà alla meta.

Allegoria tradizionale

Aforismi per la meditazione

Immagina d'essere un bimbo che, sdraiato sulla schiena con lo sguardo rivolto al cielo senza nuvole, faccia bolle di sapone con un anello di plastica. Non appena la bolla si stacca, l'osservi mentre s'innalza nel cielo, e così facendo sposti l'attenzione dalla bolla al cielo. Mentre osservi la bolla, questa scoppia, ma l'attenzione per un attimo rimane là dove c'era la bolla. Ecco, in quell'attimo la consapevolezza si posa nello spazio vuoto.

B. Alan Wallace, "Buddismo tibetano dalle fondamenta"

***

La meditazione è come un singolo pezzo di legno. L'investigazione e l'introspezione sono un'estremità del legno, la calma e la concentrazione sono l'altra estremità. Se sollevi un pezzo di legno, entrambe le estremità si sollevano contemporaneamente. Qual è la concentrazione e qual è l'introspezione? Soltanto questa mente.

Ajahn Chah, "Tranquillo stagno nella foresta"

***

Stare attenti vuol dire vivere nel momento presente, non essere imprigionati nel passato e nemmeno anticipare eventi futuri che potrebbero non accadere. Allorche' siamo pienamente coscienti del momento presente, la vita si trasforma e l'ansia e lo stress scompaiono. Gran parte della vita se ne va nella febbrile anticipazione delle cose da fare e nella conseguente sospensione d'animo. Dovremmo imparare a fare un passo indietro nella liberta' e possibilita' del presente.

Bede Griffiths, 1906-1993

***

La comprensione è migliore della pratica meccanica. Migliore della comprensione è la meditazione. Ma meglio di tutto è lasciar andare l'ansia per il risultato, perché a questo fa immediatamente seguito la pace.

Bhagavad Gita 12:12

***

Consapevole mentre cammina, consapevole mentre sta fermo, consapevole mentre sta seduto, consapevole mentre giace, consapevole nel distendere e raccogliere le proprie membra - in alto, di fianco e in basso - dovunque vada nel mondo, il praticante osserva il sorgere e lo svanire di tutte le cose composte di elementi. Chi vive in questo modo zelante, quieto e non esaltato, sempre mentalmente presente, esercitantesi nella tranquilla consapevolezza, vien definito "costantemente intento".

Itivuttaka, 111
 

Conclusioni

Infine, ma solo per il momento, una nostra breve considerazione: le affermazioni dei maestri di meditazione, se raffrontate tra loro, potrebbero, talvolta, apparire contraddittorie. Questo, però, non indica approssimazione. Le differenze dipendono essenzialmente dal tipo di approccio, ovvero dagli artifici che ciascun maestro adopera per rimuovere o aggirare quegli ostacoli di natura culturale o contingente che noi stessi frapponiamo all'unica realizzazione possibile: la ri-conquista e/o la ri-scoperta della Verità. Noi possiamo solo giungere in prossimità della vetta. O della valle? E realizzare le condizioni necessarie affinché la Verità possa trovare la porta aperta. Farci rinvenire lì, pronti ad accoglierla, a riceverla, giacché, riflettendoci bene, non è dato sapere quando essa verrà.